Schede: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12.
Gli anni Cinquanta all'Ansaldo Cantieri
tempi distanze dolori


"Un'ora di tram, in piedi, ogni mattina, prima di arrivare al Cantiere. Cento gradini per salire allo spogliatorio che era all'ultimo piano poi scendevi e andavi a bordo a lavorare. Quasi 2 km per andare in mensa, a piedi, e altrettanti per tornare sul lavoro, la metÓ su passerelle o scalandroni...


...Difficile per chi non ha visto immaginare le condizioni di lavoro a bordo, su una nave appena varata. Solo buchi, correnti mortali che passano dagli obl˛ aperti o dai varchi delle porte da completare mentre in mezzo lavorano quello che salda lo zinco, l'operaio che sistema la lana di vetro, quello che prende a mazzate le lamiere, il saldatore, quello che usa la fiamma per sverniciare e anche il falegname come me. Si torna a casa tramortiti, assiderati, col mal di testa, di schiena, di piedi..."

Ezio


Manlio Calegari

Il Museo degli Operai


*


Indice

Venerdý 23 gennaio
2004

Sabato 14 marzo
2004

Sabato 17 aprile
2004

Venerdý 14 maggio
2004

Venerdý 11 giugno
2004

Sabato 10 luglio
2004

Giovedý 26 agosto
2004

Sabato 9 ottobre
2004

Sabato 13 novembre
2004

Sabato 4 dicembre
2004

Sabato 18 dicembre
2004

Postfazione
2007


Frammenti di un
museo virtuale
L'album di Ezio:
Il taccuino di Pippo Bertino
La memoria di Gino Canepa


*

HOME

*

quaderni.net

 
amministratore
Claudio Costantini
*
tecnico di gestione
Roberto Boca
*
consulenti
Oscar Itzcovich
Caterina Pozzo

*
quaderni.net@quaderni.net